Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il Benessere equo e sostenibile nel processo decisionale

L’inclusione degli indicatori di benessere equo e sostenibile nel ciclo di programmazione economico-finanziaria1 apre la strada a una visione più ampia e articolata del rapporto tra le politiche pubbliche e la qualità della vita dei cittadini. Da questo deriva la necessità di valutare l’impatto delle decisioni pubbliche sulle dimensioni monetarie e non monetarie del benessere attraverso indicatori appositamente individuati.
La valutazione delle politiche pubbliche in termini d’impatto sul benessere equo e sostenibile, introdotta a partire da quest’anno in Italia, costituisce un’innovazione rilevante nel panorama internazionale, dando avvio a un utilizzo di tipo ‘strumentale’ degli indicatori di benessere equo e sostenibile. A livello internazionale, infatti, sono state avviate molteplici esperienze in tema di indicatori di qualità della vita, le quali, misurando il benessere ‘oltre il PIL’, tengono conto di dimensioni non solo economiche, ma anche sociali e ambientali. Nelle sperimentazioni più avanzate, tali indicatori costituiscono un benchmark per i decisori politici e, in alcuni casi, sono stati legati all’agenda politica. Tuttavia, in queste sperimentazioni, l’impatto delle misure programmate dai Governi sugli indicatori di qualità della vita non è valutato in modo sistematico e tantomeno in un orizzonte previsivo. L’Italia è il primo Paese che, collegando gli indicatori di benessere equo e sostenibile alla programmazione economica e di bilancio, attribuisce a essi un ruolo nell’attuazione e nel monitoraggio delle politiche pubbliche.

Il Benessere nel DEF 2017

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>